IL RITORNO in Argentina della “Reina” Cristina Fernández de Kirchner

ΚΟΣΜΟΣ Cristina-Fernndez-de-Kirchner_01

28 Ιουνίου, 2017 | από JOURNALIST.gr

Η ΕΠΙΣΤΡΟΦΗ στην Αργεντινή της «βασίλισσας» Κριστίνας Φερνάντες ντε Κίρχνερ

Θα διεκδικήσει την επανεκλογή της το 2019, με νέο κεντροαριστερό κόμμα, απέναντι στον φιλελεύθερο αντίπαλό της και σημερινό πρόεδρο, εν μέσω επιστροφής μιας ιδιότυπης οικονομικής δυσπραγίας, που βιώνει η Αργεντινή. Πρώτος στόχος της, οι διοικητικές εκλογές του φθινοπώρου. 


di Daniele Mastrogiacomo

Cristina Ferdández de Kirchner si tuffa di nuovo nell’arena politica argentina. Colpita da una serie di inchieste e da una richiesta di rinvio a giudizio per concorso in corruzione, l’ex first Lady e poi presidente del paese sudamericano annuncia di candidarsi alle prossime elezioni di medio termine previste per il prossimo ottobre. La scelta arriva una settimana dopo che la stessa “reina”, come viene chiamata dai suoi sostenitori, ha formato un nuovo partito di centrosinistra che si dichiara indipendente dal peronismo, dominante per decenni nel paese e a cui Cristina aveva aderito per lungo tempo.

La primera dama gode tuttora di un vasto consenso tra la popolazione più povera e meno abbiente. Ma la sua, per certi versi clamorosa, rottura con il peronismo agita l’opposizione che potrebbe presentarsi in ordine sparso all’appuntamento elettorale. Il presidente Mauricio Macri ne potrebbe approfittare. Le consultazioni non mettono a rischio il suo governo ma sono un chiaro termometro sul giudizio degli elettori nei suoi confronti e potrebbero ridisegnare gli equilibri nel Congresso dove attualmente nessun partito possiede la maggioranza dei seggi.

La Fernández sarà in lizza per un seggio da senatrice nel collegio di Buenos Aires che rappresenta il 40 per cento del corpo elettorale. Il suo alleato politico, Daniel Scioli, l’ex governatore della capitale che ha perso le elezioni presidenziali del 2015, ha deciso di correre anche lui per un posto da senatore nella stessa circoscrizione.

Cristina ha già annunciato quale sarà il filo conduttore della sua campagna che dovrebbe iniziare a giorni: allargamento dei programmi di welfare, nazionalizzazione delle imprese, controlli valutari. Gli stessi che ha adottato durante la sua gestione al vertice dell’Argentina.

Nonostante le cose siano molto cambiate nel paese sudamericano da quando la de Kirchner ha lasciato il potere, l’Argentina attraversa una fase molto delicata. L’inflazione è tornata a galoppare e gli investimenti stranieri tardano ad arrivare. Il clima di incertezza non aiuta. Macri ha ottime entrature negli organismi internazionali e forti appoggi con i governi di centro destra che negli ultimi tre anni hanno preso il posto di quella di sinistra in America Latina.

Il Capo dello Stato punta ad una rielezione nel 2019 ed è chiaro che osserverà da vicino le mosse della sua avversaria. I sondaggi sono ancora tiepidi e restano sul vago. Per il momento registrano consensi misti per tutti i partiti e i candidati. Si rinnova un terzo del senato e quasi la metà della Camera dei deputati. Ma il ritorno di Cristina apre scenari del tutto nuovi.


Fonte: danielemastrogiacomo.com

Ετικέτες: , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Διαβάστε όλα τα άρθρα του Δημοσιογράφου →



Επιστροφή στην αρχή ↑